Ammiriamo il maestro

         

di Egizio Trombetta – Conferenza stampa della mostra “Caravaggio” in programma alle Scuderie del Quirinale dal 20 Febbraio al 13 Giugno 2010. Ecco la sequenza delle immagini proposte nel video: intervento del prof. Claudio Strinati (straordinario a “colloquio” con il maestro), intervento della prof.ssa. Rossella Vodret, un’occhiata ai ventiquattro quadri in mostra, intervento Umberto Broccoli, intervento Antonio Paolucci (in polemica con Sergio Benedetti in merito all’autenticità della Cattura di Cristo nell’orto), intervento Francesco Maria Emanuele.

           

     

21.02.2010. Qualche tempo fa partecipai ad una visita guidata a Palazzo Chigi. La guida, un eccellente studioso, nelle sue spiegazioni fece spesso riferimento a un certo professor Claudio Strinati “Strinati sostiene”, “Strinati ha detto”, “Strinati ha scritto”. Alla fine del percorso lo stesso studioso, sollecitato da alcuni visitatori, spiegava chi fosse questo Strinati:“chi è? Se ti capita di partecipare ad una visita guidata da lui vorresti che la visita guidata non finisse mai non finisse mai… Mesi dopo ebbi modo di conoscerlo, seppur fugacemente. Gentilissimo, brillante, simpatico, ha l’argento vivo addosso. E se poi capita che ti scrive una mail ti chiama pure “collega”… Il suo breve intervento durante la conferenza stampa dello   

scorso 19 febbraio può dare una vaga idea sul tipo di personaggio:<<C’è stata l’idea, un po’ scientifica e un po’ fantasiosa – spiega il professor Strinati - che il curatore di questa mostra fosse Michelangelo Merisi da Caravaggio, l’autore. Naturalmente nessuno può pretendere di entrare della testa di un’altra persona, viva o morta che sia. Nemmeno io ho avuto questa pretesa. Capita però nella vita che quando c’è una lunga frequentazione con una personalità, sia essa vivente o vissuta nel passato, si ha la tentazione di pensare di trovare una sorta di sintonia, di conoscenza. E allora, dato che noi celebriamo la scomparsa del maestro, io mi sono chiesto se avessi avuto la possibilità di conversare con lui nell’estate del 1610 mentre malato, sicuramente rattristato, si trovava negli ultimi momenti della vita e gli avessi chiesto maestro dobbiamo fare la mostra, come la

   

vogliamo fare questa mostra? E ho immaginato che il Caravaggio avrebbe detto ma facciamola così: prima di tutto, la mostra è mia, i miei seguaci caravaggeschi sono certamente molto interessanti, le difficili attribuzioni senza dubbio, ma facciamola con le mie opere più belle. Ecco, te le indico… E soprattutto, chiedete al Cardinale Borromeo di darci la fiscella, non la mollerà facilmente, ma, alla fine, la molla”. Guardatevi il suo intervento nel filmato, rende meglio l’idea. Vorrei ricordare come ultima cosa le parole di Francesco Maria Emanuele in fase di chiusura della conferenza stampa:”facciamo tornare a casa le opere di Caravaggio, esiste già un fondo e sono in tanti disposti a dare un contributo>>.

 

Impazza intanto la polemica tra Sergio Benedetti, che protesta, e Antonio Paolucci che definisce la cattura di Cristo nell’orto <<L’unica opera discutibile>>

 

    
                    
 

Commenti
Nuovo Cerca
et   |20-02-2010 21:23:28
;-)
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >